___________________________________________________________________________________ 

Azioni

Da sempre il PAE si batte con successo per la tutela di tutti gli animali: è stato determinante con azioni legali e di piazza per la chiusura dell'allevamento Green Hill e per la liberazione dei beagle dell'industria farmaceutica Menarini di Pomezia, per bloccare la caccia alla volpe in tana deliberata dalla Provincia di Siena e la Legge Ammazzarandagi della Regione Abruzzo; le mobilitazioni di massa nelle piazze hanno ottenendo la soppressione di numerose sagre storiche con sfruttamento di animali,  inducendo, inoltre, il Ministro della Salute Lorenzin a promuovere il Ddl approvato dal Consiglio dei Ministri il 26.07.2013 per la soppressione di numerose sagre. 

 Il PAE è l'unico movimento animalista convocato ai lavori del Tavolo tecnico-scientifico sulle “Tecnologie sperimentali sostitutive dell’impiego di animali, integrate, specie-specifiche, in vitro, silico, chimico”, istituzionalizzato con accordo politico tra il precedente Ministro della Salute Balduzzi ed il presidente del PAE, il medesimo movimento è stato riconosciuto, inoltre, dallo stesso Ministero quale Ente portatore di interesse in materia di protezione degli animali utilizzati a fini scientifici. 

Il team è composto dal Coordinatore Prof. Bruno Fedi, MD, Dottore di Ricerca, già primario di azienda ospedaliera di Terni, anatomopatologo, specialista in urologia, ginecologia e cancerologia; Prof. Giulio Tarro, virologo di fama mondiale candidato al Nobel per la medicina; Claude Reiss, PhD, biologo molecolare con esperienza di ricerca di oltre 40 anni, già direttore del CNRS, Centro Nazionale di Ricerca Scientifica di Francia;  Prof. Herman Koëter, Chairman Netherlands National Committee for the protection of animals used for scientific purposes (NCad); Arti Ahluwalia, Prof.ssa, direttore dell'Università di Pisa, Bioengineering, Biologia Molecolare, Biotecnologia e ResearchGate; Susanna Penco e A.M. Bassi, Proff.sse , dirigenti dell'Università di Genova, Dipartimento di Medicina Sperimentale; Costanza Rovida, ricercatore scientifico presso il CAAT-Europe, Centro per le alternative per la sperimentazione animale, Università di Costanza, Germania; Prof. Marcello Villanova, massimo esperto di SMA 1 in Italia, neurologo specializzato in malattie neurodegenerative e distrofia muscolare presso l’Ospedale Nigrisoli di Bologna e molti altri.

L’obiettivo del Tavolo ministeriale rispetta le finalità del “Programma Horizon 2020”, il più grande programma quadro mai realizzato dall'UE per la ricerca e l'innovazione al fine di assicurare che l'Europa produca scienza e tecnologia di livello mondiale, rimuova gli ostacoli all'innovazione e faciliti la collaborazione tra i settori pubblico e privato. Nello specifico il programma FET (Future and Emerging Technologies) rientra nel primo pilastro di Horizon 2020, Excellent science, con un budget complessivo di 2,6 miliardi di euro, per questo motivo il PAE si è avvalso della partnership del Comitato nazionale olandese diretto dal Prof. Koëter, il promotore del Dutch document Transition to non-animal research, richiesto dal Governo olandese il cui obiettivo è ottenere la leadership mondiale nelle innovazioni senza animali da laboratorio entro il 2025.

 Il PAE è stato il principale sponsor, fino al traguardo di un milione di firme, di "Stop Vivisection", l'iniziativa popolare dei cittadini europei (ECI) per l’abrogazione della direttiva dell’Unione Europea 2010/63/UE e la presentazione di una nuova proposta di direttiva che sia finalizzata al definitivo superamento della sperimentazione animale.

 Molto intensa anche l’attività dell’ufficio legale, le numerose denunce querele hanno prodotto il sequestro di strutture di detenzione animali e canili lager ed il rinvio a giudizio di funzionari pubblici coinvolti in fatti ed accadimenti penalmente rilevanti a danno degli animali. A tal proposito il PAE ha realizzato il “Progetto svuota canili”, una proposta di legge di iniziativa popolare finalizzata ad incentivare le adozioni degli animali garantendo il benessere degli stessi e di permettere un sostanziale risparmio per le casse della Pubblica Amministrazione .Un progetto ragionevole e sostenibile sulla base dell’esperienza decennale e competenze maturate negli anni.

 L'iniziativa del PAE di modificare l’attuale legge 189/2004,  non armonizzata con il quadro normativo comunitario e considerata dall’opinione pubblica ingiusta ed inadeguata per i valori di una società migliore,  al fine di inasprire le pene per i reati contro gli animali e che ha visto una grande partecipazione gremendo piazza di Montecitorio, ha ricevuto il supporto ed il consenso del presidente del Senato della Repubblica italiana, Dott. Pietro Grasso.

 Il PAE, tra le varie iniziative, promuove campagne di sensibilizzazione e convegni tecnico-scientifici di alto profilo finalizzati alla diffusione della sana e corretta alimentazione. 

 YOUTUBE CANALE UNO  YOUTUBE CANALE DUE

facebook

 CONTATTI 

Mail : staff@partitoanimalistaeuropeo.com

Numero Verde:  800.912.215

   Partito Animalista Europeo C.F. 97358280580 - Copyright © 2012 e successivi - Contenuti Riservati

Powered by M. Giannini

 

Utilizziamo i cookies per migliorare la qualità del nostro sito. Proseguendo si intende accettata la nostra Privacy Policy che vi invitiamo a consulltare prima di proseguire. Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy.

  Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk